YEARS & YEARS – Communion

YEARS & YEARS – Communion

YEARS & YEARS – Communion
… tanta roba!

Years-Years-Communion-Packshot

Che dire? Un album davvero convincente.
Se vi eravate entusiasmati nell’ascolto di King, bè, sappiate che c’è molto altro, e King è solo una piccolissima parte (la più commerciale) di ciò che è quest’album.

Gruppo londinese nato recentemente. Frontman: Olly Alexander, un ragazzo di quelli che solo a guardarli ti lasciano un alone di mistero. Attore, sceneggiatore e cantante, la sua voce si adatta a qualsiasi brano: decisa, suadente, sussurrata, vibrante, spezzata… tutto ciò accompagnato da un’ottima estensione vocale che gli permette note molto acute. Indiscutibile la tecnica vocale, una voce malleabile sia nei brani sostenuti che in quelli più lenti.
I brani migliori in assoluto sono: Shine, che strizza l’occhio al pop, Eyes shut, un brano scarno negli arrangiamenti ma magicamente evocativo di emozioni, Without, dove la voce è al centro di tutto e dà il meglio di sé, Take shelter, che strizza l’occhio ad un reggae elettronico, Memo, in cui in un’atmosfera sognante la voce è utilizzata in pieno falsetto, e la sopracitata King.
Gli arrangiamenti ogni volta ci danno qualcosa di nuovo, suoni che ad un primo ascolto non si sono percepiti, i bassi stupiscono per la varietà e per la scelta dei campionamenti efficacissimi. Cori nei punti giusti, quasi mai come copertura ma come contorno e sottolineatura della voce principale. Ogni cosa non è lasciata al caso, si sente una meticolosità di ricerca e di creare un album che appaghi orecchio e altro. Non tutti i brani sono ovviamente orecchiabili, ma ascolto dopo ascolto restano impressi come dei “momenti”, vuoi per la melodia, vuoi per uno strumento o campionamento particolare che all’ascolto ci ha colpiti.
Incredibile come in questo album di elettronica ci sia meno autotune di un album pop o senza pretese di appartenere ad una categoria in cui sarebbe facile abusare di correzioni vocali. La controprova sono i brani acustici in coda all’album, in cui la voce di Olly è identica a quella dei brani incisi in studio.

Voto (da 1 a 10): 9
In una sola parola: avvenieristico.




Enjoy I Scream art project ™ on iTunes, Spotify, Amazon, Youtube, Dada, Deezer etc etc.

  • facebook
  • linkedin
  • youtube
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 4.0 Internazionale.